0 4 minuti 1 mese
Immagini prese dalla rete
Sito web: Santa Maria di Piazza

La chiesa di Santa Maria di Piazza sorge nel centro storico di Torino, poco distante da via Cernaia e i giardini Lamarmora. La chiesa è stato proclamato Monumento Nazionale e gode del titolo di Santuario.

Ha origini antichissime, alcuni documenti medioevali riportano che nel 1080 vi era già una chiesa dedicata a Sancta Maria de Platea, chiamata così probabilmente per la sua vicinanza all’antico foro romano.

La chiesa e i Carmelitani

Nel 1552 la chiesa è affidata ai Padri Carmelitani Scalzi. Nel 1636 diventa sede della Compagnia dei Minutieri, successivamente ospiterà anche la Compagnia degli Osti e la Compagnia dei Calzolai.

Inizialmente però la gestione dei Carmelitani si discostava dal rigore religioso che immaginiamo per l’epoca. Nel 1553 Cesare Vibo scrive in merito

guerre interminabili, serpeggiante e lussureggiante eresia, depravazione de’ costumi erano a quel tempo causa di molti mali

Chiesa di Santa Maria di Piazza
Chiesa di Santa Maria di Piazza – Navata

Per porre rimedio alla situazione ormai completamente fuori controllo, all’inizio del XVII secolo le infanti Maria e Caterina di Savoia danno il via ad una riforma per risanare il buon nome della chiesa.

Ristabilite abitudini più coerenti con l’ordine religioso la comunità carmelitana si allarga progressivamente. Per far fronte alle nuove richieste di spazio nel 1580 sono predisposti lavori di ampliamento nella struttura. Nuove carenze di spazio costringono i Carmelitani a lasciare la chiesa per trasferirsi in locali più ampi presso la Porta Segusina nel 1729. Due anni dopo la chiesa diventa Parrocchia diocesana e si decise una ricostruzione completa.

La nuova chiesa di Santa Maria di Piazza

Il progetto è affidato a Bernardo Vittone che concepì quello che è considerato uno dei suoi più importanti capolavori. Nel 1751 si realizza il presbiterio, l’anno successivo la navata a pianta ellittica. La chiesa infine è consacrata nel 1768 dall’arcivescovo di Torino.

Nel 1830 Barnaba Panizza realizza la facciata, mentre nel 1890 con ulteriori lavori di ampliamento vengono create due cappelle laterali.

Chiesa di Santa Maria di Piazza
Chiesa di Santa Maria di Piazza – La cupola

A partire dal Settecento la chiesa di Santa Maria di Piazza ospita diverse corporazioni. Prima l’Ordine della Santissima Trinità, poi la Compagnia del Santissimo Viatico ed infine la Compagnia del Sacro Cuore di Gesù. Nel 1800 vi ha sede la Società di San Vincenzo Paoli. Infine, Nel 1901 la chiesa diventa Santuario dell’adorazione eucaristica e viene affidata ai Padri Sacramentini.

Il vero capolavoro di Bernardo Vittone consiste nell’impiego magistrale della luce. La cupola è composta da lunette illuminate da finestre, così come nella volta che ricopre la navata.

Assunzione della Vergine di Pier Francesco Guala

All’interno della chiesa si conservano opere interessanti e di pregevole fattura. La prima cappella a sinistra è dedicata ai mastri Minusieri, mentre il secondo altare ospita La Madonna delle grazie, icona portata a Torino nel 1550.

Da notare anche la pala d’altare di Pier Francesco Guala Assunzione della Vergine, rimossa dai Padri Sacramentini per realizzare un nuovo Altare del SS Sacramento ed ora custodita in un locale a fianco della chiesa.

Infine nel 1924 viene effettuato un ripristino decorativo e si provvede ad installare l’organo. A seguito dei pesanti bombardamenti del 1942, che danneggia gravemente tutta la struttura, sarà necessario un ulteriore nuove e consistente restauro nel dopoguerra.